id Il divorzio: idee rapide sul divorzio. Vantaggi della indissolubilità. Che cosa fare in casi difficili? Le leggi a favore del divorzio. Il divorzio e la religione.
DIVORZIO
  • A. Il problema del divorzio
  • B. Le leggi a favore del divorzio.
  • C. Il divorzio e la religione.
A. IL PROBLEMA DEL DIVORZIO

1. Èbene rompere un matrimonio? Tutti preferiscono che il matrimonio e la famiglia non si rompino. È auspicabile che il matrimonio rimanga fino a che la morte li separi. Le diverse opinioni sorgono nei casi difficili, poiché ci sono circostanze dove la convivenza è così difficile che nasconde dalla vista i beni che il matrimonio protegge.

2. Quali beni protegge il matrimonio? L'indissolubilità matrimoniale custodisce vari beni:

  • La stabilità, la pace e la sicurezza personale, familiare e sociale. La sicurezza di amore e di affetto in età avanzata.
  • L'educazione, crescita armonica e stabilità affettiva dei figli. A volte fino alla sua alimentazione.
  • La dignità del corpo umano che non deve essere oggetto di scambio (oggi con una persona, domani con un'altra).
  • L'indissolubilità protegge anche l'amore, la comprensione e il sostegno reciproco tra i coniugi, soprattutto quando sorgono difficoltà, poiché il sapersi uniti per sempre aiuta a porre lo sforzo necessario per vivere meglio insieme.
3. Se sorgono piccole difficoltà? Le piccole difficoltà non sono motivo sufficiente per perdere i beni anteriori. Sono ancor più occasione d'imparare ad amare.

4. Se sorgono difficoltà grandi? Ci sono difficoltà di tale peso che implicano la perdita di molti dei beni menzionati. Per esempio, l'adulterio e la violenza fisica abituale rompono la lealtà, la pace, l'affetto familiare. In questi casi difficili, la separazione senza rottura completa può essere un male minore che permette di mantenere alcuni dei beni che stanno crollando, come l'educazione dei figli e la pace personale. Per quanto possibile, bisogna evitare anche la separazione poiché i figli hanno bisogno di una famiglia unita.

5. In queste situazioni, un matrimonio differente non recupererebbe questi beni? No, no; però è costoso capirlo:

  • Con il divorzio i figli soffrono squilibri e tensioni affettive, e mancanza di orientazioni chiare. Per esempio, è frequente consentire loro molto per conquistarli da una parte o dall'altra, ed essi non sanno se amare o odiare.
  • La persona colpevole non si corregge con il divorzio, ma si sostiene nella sua condotta: se una persona non mi soddisfa, vado con un'altra, e così via. Tuttavia, se non le si permette di sposarsi di nuovo, non potrà danneggiare le altre, a meno che entrino nel loro gioco come amanti.
  • La persona innocente che non si sposa di nuovo mantiene dentro di sé e davanti ai propri figli la lealtà della sua parola e della sua condotta. Conserva anche la dignità del suo corpo che non consegna ad un altro.
6. Però se non c'è divorzio non potrà usare il sesso.- Questa difficoltà non si progetta spesso al momento del divorzio. Tutti sanno quanto sia facile trovare sesso e la poca felicità che fornisce.

7. Se un matrimonio fallisce, non è meglio provare con un altro e rifarsi la vita? Questa idea suona bene, però il matrimonio non è qualcosa di magico, che aggiusta la vita. Il matrimonio è per formare famiglie, e precisamente la forza e il fascino del matrimonio sta nella indissolubilità. Solo così la famiglia gioisce di sicurezza stabile.

8. Che cosa fare in casi difficili (per esempio, se il marito abbandona la casa)? Ogni caso avrà il suo consiglio adeguato. Quando un coniuge abbandona la casa, la famiglia si mantiene anche se i vincoli con esso si indeboliscono. Esso non compie i suoi obblighi familiari, però continua ad essere il padre. Se non si può contare su di lui, si dovrà portare avanti la famiglia senza la sua collaborazione. Però aggiungere un altro padre non aggiusta le cose, ma introduce un conflitto di più.

9. E chi si sposa di nuovo dopo essere rimasta vedova? Questo è corretto, e le differenze con il divorzio sono importanti. Nel caso di vedovanza:

  • La dignità del corpo non soffre poiché segue essendo uno con una per sempre. Nella vedovanza il corpo precedente già non esiste.
  • La stabilità e la sicurezza familiare rimane garantita poiché segue essendo un matrimonio per sempre.
  • I figli non soffrono tensioni di doppia paternità simultanea, né li si introduce odio verso nessuno dei due genitori. Ci può essere qualche difficoltà di accoppiamento, però sono problemi inferiori al caso del divorzio.
10. Il divorzio è un problema sociale? A prima vista il divorzio è qualcosa di privato che riguarda la famiglia coinvolta in modo che solo lei resta danneggiata. Tuttavia, il problema si estende alla società quando il divorzio si generalizza a molti casi. Allora la società si riempie di figli e famiglie alterati e l'ambiente sociale si deteriora. Pertanto è importante evitare le leggi a favore del divorzio.

B. LE LEGGI A FAVORE DEL DIVORZIO

1. Le leggi a favore del divorzio favoriscono la libertà? Sembra che il divorzio favorisca la libertà, però in realtà esso favorisce la disgregazione della famiglia. Gli adulteri ci sono sempre stati - con il divorzio o senza il divorzio-; quello che il divorzio fa è che l'adulterio sia più facile. Se una legge facilita operare male, rende difficile la libertà poiché invita a scegliere in maniera sbagliata, e una scelta sbagliata è prova di libertà difettosa.

2. Quali mali origina una legge a favore del divorzio?:

  • Il divorzio incoraggia il divorzio, come dimostra l'esperienza in molti paesi. La gente invece di avere pazienza ed imparare a comprendersi, pensa di rompere alla minima difficoltà un poco persistente.
  • Si genera insicurezza e instabilità personale e familiare (l'altro può divorziare quando vuole).
  • La persona umana perde dignità poiché passa ad essere considerata come oggetto d'uso e di scarto.
3. Però permettere il divorzio non impedisce di seguire ad essere sposati.- Con le leggi sul divorzio uno può seguire ad essere sposato; e con una legge indissolubile continua ad avere adulteri. Il problema non è in ciò che si può fare, ma in ciò che si desidera proteggere. E la famiglia sarà più protetta se la legge proibisce il divorzio.

4. Che cosa può fare chi desidera sposarsi con più sicurezza? Se in un paese le leggi matrimoniali non forniscono sicurezza e non difendono la stabilità e la indissolubilità matrimoniale, si finisce per cercare questa sicurezza proteggendosi con altre leggi, principalmente di tipo economico che di solito sono le più protette. Per esempio, firmare davanti al notaio una clausola di rescissione con valore di miliardi.

5. È curioso.- Si, è curioso che in alcuni paesi, le leggi proteggono con cura il compimento di accordi economici, e lasciano insicuro l'impegno di consegna reciproca di corpi e persone. È curioso che la famiglia stia lì non protetta dalla legge.

6. Davanti a problemi matrimoniali conviene ricorrere a leggi e avvocati? Non è una buona idea. È meglio parlare tra i due in momenti di serenità, o andare da persone sagge che desiderano aiutarli a conservare il loro matrimonio. Si può andare da un avvocato di buona coscienza come mediatore per risolvere insieme qualche problema, o prevenire abusi. Però spesso l'idea dell'avvocato di solito è legata a quella della causa, e non si fa causa a chi si ama.

C. IL DIVORZIO E LA RELIGIONE

1. Perché la Chiesa impedisce la comunione ai divorziati? La Chiesa non ammette il divorzio, poiché negli insegnamenti di Cristo, il matrimonio si mantiene fino a che la morte li separa. Di conseguenza, si proibisce la comunione ai divorziati che si sono sposati di nuovo, perché il precedente matrimonio è ancora valido e quindi il nuovo è un adulterio. Poi, come non c'è pentimento né proposito di cambiare non è possibile andare a confessarsi. E naturalmente non è possibile ricevere la comunione con il peccato grave.

2. Il divorzio è rifiutabile per motivi religiosi? Ci sono varie religioni che rifiutano il divorzio. Però i motivi religiosi non sono gli unici che si oppongono al divorzio.

3. Un governante ateo può opporsi al divorzio? Può difendere l'indissolubilità, o per lo meno rendere difficile il divorzio per il bene del paese:

  • I figli di genitori divorziati causano maggiori problemi educativi e di convivenza.
  • La percentuale di delinquenti è maggiore tra figli di divorziati.
  • I problemi economici e sociali aumentano con il divorzio. Una famiglia unita può sostenersi meglio in situazioni difficili.
  • Si può essere ateo e decidere di proteggere la stabilità matrimoniale, considerandola migliore rispetto al suo opposto.
Il divorzio è un male per il paese, e qualsiasi governante -anche se ateo- preferisce la sua diminuzione e cerca il modo di frenarlo.
id