id I Vangeli: idee rapide sui Vangeli. Ragioni che supportano i Vangeli come storici. Conservazione dei Vangeli. Manoscritti.
I VANGELI
  • A. Conservazione del testo originale.
  • B. I vangeli, testi storici.
A. CONSERVAZIONE DEI VANGELI

1. Il testo attuale dei Vangeli coincide con l'originale? Possiamo essere sicuri che il testo attuale coincide con l'originale per gli abbondanti e antichi manoscritti che si conservano. Soprattutto se li compariamo con altri testi dell'antichità.

2. Esempi di testi dell'antichità? Vediamo quattro conosciuti autori anteriori a Gesù Cristo:

  • Omero (Iliade, Odissea) .- Il manoscritto più antico che disponiamo è del secolo XI.
  • Platone .- Le sue opere che si conservano risalgono al IX secolo.
  • Giulio Cesare .- Disponiamo di 10 manoscritti del X secolo.
  • Orazio .- Abbiamo 250 manoscritti. Il più antico dell'VIII secolo.

3. Quali manoscritti conserviamo dei Vangeli? Nel 1968 si fece una lista con 5262 manoscritti greci (lingua originale). Di essi, 81 sono anteriori al IV secolo. Anche se si trovano in luoghi distanti tra loro presentano un'enorme coincidenza nel contenuto, in modo da garantire la loro fedeltà all'originale. In quanto alle traduzioni, si conservano circa 40.000 manoscritti in diverse lingue. Queste traduzioni garantiscono anche che il testo attuale dei Vangeli coincide con l'originale.

4. Quali sono i manoscritti più importanti? Possiamo citare i seguenti:

  • Papiri Bodmer.- Degli inizi del terzo secolo. Uno di essi contiene i Vangeli di San Luca e San Giovanni, e si conserva in Vaticano. Un altro con il Vangelo di San Giovanni è a Ginevra.
  • Papiri Chester Beatty.- Degli inizi del terzo secolo. Contiene i quattro Vangeli e gli altri testi del Nuovo Testamento. Sono a Princeton.
  • Il Codex Vaticanus .- Del quarto secolo. Contiene la bibbia intera. È in Vaticano.
B. I VANGELI, TESTI STORICI

1. I Vangeli sono testi storici? Non sono libri di storia, ma sono testi storici. I loro autori narrano i fatti che realmente successero, però non pretendono di fare un trattato.

2. Chi ha scritto i Vangeli? Gli autori dei Vangeli sono ben noti. Furono, con l'aiuto divino, San Luca, discepolo di San Paolo; San Marco, discepolo di San Pietro; San Matteo e San Giovanni due degli Apostoli. Così li citano tutti i documenti.

3. Quando si scrissero? San Giovanni lo scrisse tra l'anno 98 e il 100. Gli altri tre Vangeli sono stati scritti prima dell'anno 70. Per esempio, menzionano usanze e istituzioni di Israele come attuali, e la distruzione di Gerusalemme nell'anno 70 cambiò tutto questo.

4. Alcune ragioni che supportano i Vangeli come storici? Possiamo commentarle in due gruppi:
Motivi interni (del proprio testo).-

  • Lo stile è realista, non fantasioso né novellato. Si osserva che gli autori conoscevano bene i fatti.
  • Narrano fatti che un cristiano nasconderebbe. Per esempio, le negazioni di Pietro, la codardia e la mancanza di fede degli apostoli, il timore di Gesù nell'orto degli Olivi, il tradimento di Giuda, scelto da Cristo. Se si scrivono questi fatti, è semplicemente perché così successero.
  • Narrano i miracoli senza adorni: semplicemente i fatti. Se gli autori desiderebbero fare fantasia, dedicherebbero molte pagine ad ogni miracolo.
Motivi esterni.-
  • Quando si scrissero i Vangeli, ancora vivevano molti protagonisti della storia e approvarono i testi.
  • Ci sono altri libri che narrano gli eventi di Gesù che non sono stati accettati come reali, e sono chiamati apocrifi.
  • Gli autori dei Vangeli morirono martiri difendendo la fede in Cristo. Cioè, erano sicuri che presenziarono e scrissero fatti reali.
  • Nel corso dei secoli ci sono state molte eresie contrarie alla fede cattolica, alcune con vero odio verso il papa. Tutte queste nuove religione hanno accettato i Vangeli, come storici, anche se poi li interpretarono a modo loro.
5. I vangeli narrano tutti i fatti di Gesù? San Giovanni ci avverte che è impossibile scrivere tutti i dettagli. Però gli evangelisti, con l'aiuto divino, misero grande cura nel raccontare con esattezza quello che successe (così dice San Luca). Vollero lasciarci una testimonianza della vita di Cristo la più fedele possibile alla realtà.

6. I Vangeli nascondono qualcosa di importante? Non era possibile poiché Gesù Cristo era una persona pubblica, continuamente assediato dai capi giudei che cercavano di trovarlo in fallo per avere qualcosa di cui accusarlo. Ma Gesù è Dio e fece tutto bene, in modo che tutto potesse essere raccontato e che fosse amato dai cristiani.

id